Gestione delle abilità e dell’esperienza nei mmorpg e gdr

La serie di The Elder Scrolls, a cui appartengono sia Morrowind che Oblivion, hanno una gestione della crescita del personaggio molto particolare, in quanto permettono al giocatore di prescindere la classe di appartenenza del personaggio, scelta all’inizio. Infatti, nulla vieta al giocatore di aumentare le abilità del proprio avatar che non fanno parte della sua classe.

Sul forum di multiplayer.it, in un thread dedicato ai mod per Morrowind o Oblivion, si era discusso sul livellamento, sulle abilità ecc, facendo notare che nei due videogiochi GDR non esiste un limite alle abilità minori e secondarie. A questo proposito stavo sviluppando una mia personale visione su questo argomento, che potrebbe estendersi anche ad altri videogiochi GDR o ai mmorpg.

Nel forum si era proposto di impostare un limite di punti da assegnare alle abilità secondarie e minori, rispettivamente a 70 e 40; per le abilità minori il discorso è pienamente sensato, dato che non servono ad avanzare di livello, e in più si eviterebbe che i giocatori di Morrowind e Oblivion creino delle vere e proprie divinità.

Le abilità secondarie al contrario, hanno la loro importanza nella crescita del personaggio, e quindi in teoria non dovrebbero essere limitate. Dico in teoria, perché bisognerebbe calcolare quanti punti abilità devono essere accumulati per arrivare al livello massimo in Morrowind od Oblivion; supponendo che si debba arrivare al livello 100, in teoria per arrivarci andrebbero accumulati 990 punti esperienza, considerando il numero di livelli da superare. Da questa quantità si devono poi togliere i 5 punti abilità assegnati di default ad ogni abilità, quindi quelli che vengono aggiunti alle abilità secondarie e primarie, e infine quelli derivanti dalla razza di appartenenza del personaggio.

Considerando il numero di abilità che fanno parte alla classe scelta, si potrebbe pensare a quale limite impostare per le classi secondarie. Già così come è, grazie al fatto che comunque solo le abilità contenute nella propria classe, permettono al personaggio di avanzare di livello, il gameplay di Morrowind e di Oblivion cerca di invogliare il giocatore a sviluppare le abilità principali e secondarie, ma alla fine, dopo avere raggiunto il livello massimo, si finisce per creare la divinità cui abiamo accennato pocanzi. In definitiva, l’idea di limitare le abilità minori e perchè no anche secondarie, è a mio parere fondamentalmente giusta, anche se va studiata a fondo.

Per questo vi invito a contribuire, aggiungendo i vostri commenti, a cui cercherò di rispondere. Grazie per la collaborazione e a presto!

Share on Facebook